Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
Forum
per aggiungere o commentare i contenuti è necessario autenticarsi
  • Prinzi Rita - venerdì 30 ottobre 2015 20:26

    VALIDITA' DEL MATRIMONIO CELEBRATO IN MAROCCO AI FINI DELLA PRONUNCIA DI DIVORZIO

    Vorrei sottoporre alla vostra attenzione un caso che sto trattando in questi giorni: il mio cliente è stato chiamato in giudizio dalla moglie per la pronuncia di scioglimento del matrimonio. Il mio cliente è un cittadino marocchino naturalizzato italiano e cosi anche la moglie. Sono entrambi residenti in Itali da moltissimo tempo e si sono già separati (consensualmente) da diversi anni. Fra i documenti prodotti dalla moglie vi è quello che viene definito "copia autentica atto di matrimonio con traduzione asseverata". Se si legge questo documento -tradotto- si scopre che non si tratta di un vero e proprio atto di matrimonio (almeno come noi l'intendiamo), ma di una dichiarazione resa -il lunedì di maggio 1986- dai due coniugi avanti a due giudici-notai mussulmani circa l'esistenza fra di loro di un rapporto di coniugio ( il matrimonio -dichiarano- è stato celebrato 5 anni prima, senza riferimenti a date precise). Vi risulta che nella normativa marocchina vigente nel 1983 fosse prevista questa forma di matrimonio? Solo se fosse così, quel matrimonio sarebbe valido anche nel nostro ordinamento. La questione è rilevante ai fini del divorzio in quanto se il matrimonio non fosse valido, la domanda della ricorrente non potrebbe trovare accoglimento.