Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
giovedì 14 giugno 2018 - Diffusa circolare dal Ministero Giustizia sull'autorità che può rilasciare certificato per il riconoscimento all'estero degli accordi di negoziazione assistita in materia di famiglia siglati in Italia. 22 maggio 2018 martedì 22 maggio 2018 - Avvocato Negoziatore: dall'Improvvisazione alla Professionalità - Incontro di Formazione organizzato dalla Scuola Superiore dell'Avvocatura. 7 maggio 2018 venerdì 18 maggio 2018 - Corresponsione dell'assegno per il nucleo familiare. Nuovi livelli reddituali per il periodo 1° luglio 2018 - 30 giugno 2019. Tabelle. sabato 19 maggio 2018 - Bonus fiscale per DSA, agevolazioni per acquisto strumenti didattici. mercoledì 4 aprile 2018 - C. Cecchella, Diritto e processo nelle controversie familiari e minorili, Zanichelli Editore, 2018 venerdì 6 aprile 2018 - FORUM NAZIONALE. Terza Sessione. Roma, 13 e 14 aprile 2018 martedì 13 febbraio 2018 - Il Cnf per una riforma dell’art. 111 Cost che riconosca il ruolo costituzionale dell’avvocato nella tutela giurisdizionale dei diritti. martedì 13 febbraio 2018 - Sono on line i numeri 1, 2 e 3 del 2017 della rivista “L’osservatorio sul diritto di famiglia. Diritto e processo venerdì 23 febbraio 2018 - Le date del Forum di aprile: 13 e 14. La seconda delle tre sessioni dedicate allo studio della giurisprudenza Cedu sul diritto delle relazioni familiari. lunedì 12 febbraio 2018 - L’esecutivo e il coordinamento di ONDiF. Resoconto degli incontri tenutisi a Roma il 2 e 3 febbraio
  • venerdì 14 luglio 2017

    Il principio di concentrazione delle tutele si applica anche nella fase intermedia tra la separazione ed il divorzio. Cass. 12 luglio 2017 n. 17190

    La richiesta di provvedimenti limitativi della responsabilità genitoriale proposta al Tribunale per i Minorenni dopo il giudizio di separazione, comportando una modifica delle statuizioni già adottate dal tribunale ordinario, è da qualificare come richiesta di modifica delle condizioni della separazione e, quindi, di competenza di quest’ultimo e non del tribunale per i minorenni.

    Anche ove si discuta dell'esistenza di un grave pregiudizio per i figli minori, tale circostanza è inidonea a spostare la competenza presso il tribunale per i minorenni.

    La conclusione non cambia anche a fronte della considerazione che il giudizio di separazione si era concluso e quello di divorzio non era ancora iniziato.