Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 4 maggio 2018

    Va riconosciuta anche ai padri liberi professionisti l'indennità di maternità. Cass. del 27 aprile 2018 n. 10282.

    La sezione lavoro della Corte di Cassazione si è espressa favorevolmente in merito alla possibilità di estendere l’indennità di maternità anche al padre adottivo che sia anche un libero professionista. Viene quindi respinto il ricorso di Cassa Forense che aveva negato l’indennità di maternità al padre di un bambino adottato, in sostituzione della madre. La difesa dell'uomo si è fondata sulla pronuncia della Corte Costituzionale n. 385/2005 che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale degli artt. 70 e 72 del d.lgs. n. 151/2001, nella parte in cui non prevedevano che al padre spettasse il diritto a percepire, in alternativa alla madre, l’indennità di maternità in caso di adozione. L'indennità di maternità assume così sempre più i connotati più consoni di strumento volto alla tutela dell'interesse primario della prole e non solo di agevolazione economica a favore della madre.