Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • lunedì 21 maggio 2018

    Tutte le risorse parentali sono chiamate ad interagire quando la condizione personale e ambientale è gravemente deficitaria. Tribunale di Velletri, 15 gennaio 2018

    Giudizio di separazione. Condizione psicopatologica della madre: disturbo bipolare dell'umore. Domanda di addebito.
    Lo stato di salute non può costituire causa di addebito, trattandosi di evento non imputabile al soggetto che lo subisce.
    Particolari condizioni ambientali: casa ex coniugale in pessime condizioni di conservazione - troppo onerosi i lavori di ripristino; necessità di preservare la prole minore dalle dinamiche psicopatologiche della madre; del pari necessità di frequentazione continuativa, assistita e supervisionata. Necessaria la presenza di terzi per la gestione e l'accudimento giornaliero delle figlie, oltre che per tenere la casa in ordine.

    Il Tribunale affida congiuntamente ai genitori le due figlie minori, direttamente mantenute dal ricorrente, con domiciliazione presso l'abitazione dei nonni, con facoltà della madre di vederle senza limiti, sebbene alla presenza necessaria della baby-sitter e della nonna materna.

    Permane, seppure ridotto in considerazione del tenore di vita, molto elevato, della famiglia di lei, l'obbligo di mantenimento a favore della moglie disoccupata.