Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 5 luglio 2018

    Le nuove nozze comportano la decadenza automatica del diritto all'assegno. Tribunale di La Spezia, 20 giugno 2018

    Procedimento sommario di cognizione. Domanda di riconoscimento delle somme indebitamente versate dal datore di lavoro alla ex coniuge, nonostante la stessa fosse passata a nuove nozze.
    Art. 5 comma 10 della legge n. 898/1970, “L'obbligo di corresponsione dell'assegno cessa se il coniuge, al quale deve essere corrisposto, passa a nuove nozze”.
    Decadenza automatica, senza necessità di pronuncia dell'A.G.
    La decorrenza retroagisce alla data delle nuove nozze, senza necessità di accertamenti, a differenza dell'ipotesi di nuova convivenza.
    Tutte le somme percepite devono ritenersi corrisposte in assenza di titolo, costituendo pertanto indebito oggettivo ex art. 2033 c.c.