Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 10 gennaio 2019

    Talvolta il coordinatore genitoriale rende ancora più esasperato e caotico il conflitto fra i genitori. Meglio evitare di nominarlo. Tribunale di Bologna.Ordinanza del 20 dicembre 2018.

    Nella gestione di rapporti fra genitori non coniugati di un figlio minore nato nel 2015, per individuazione e definizione di provvedimenti del giudice in favore della miglior gestione dello stesso prende atto una diatriba complessa e conflittuale nella quale in breve viene a determinarsi una potenziale confusione di ruoli e competenze che mal si presta al raggiungimento di una serena situazione fra le parti. Secondo il giudice, la nomina anche di un coordinatore genitoriale, professionista non previsto nel quadro legislativo vigente, chiesta dalla parte ricorrente, sarebbe non determinante e potenzialmente dannosa perchè moltiplicherebbe gli strumenti decisionali ingenerando confusione. Pertanto non viene disposta la nomina dello stesso.