Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 18 gennaio 2019

    sezione di Genova

    Sanzioni ex artt. 709 ter e 614 bis cpc per il genitore che viola sistematicamente l'interesse della figlia. Tribunale di Genova, decreto 8 novembre 2018

    Ricorso ex art. 709 ter cpc promosso dal padre nei confronti della madre per ottenere il risarcimento del danno conseguente alla pubblicazione su FB di fotografie della figlia minore da parte di un amico della madre, senza il consenso del padre, nonché l'ordine di rimozione.
    Cessata materia del contendere su condotta peraltro non addebitabile alla resistente in quanto commessa da terzo.
    La resistente si costituiva con domanda riconvenzionale ex artt. 709 ter e 614 bis cpc in relazione a condotte del padre quali: omettere di affidare la figlia a persone incaricate dalla madre; ricorrere strumentalmente alle forze dell'ordine in presenza di terzi incaricati; cancellazione di nominativi dall'elenco delle persone autorizzate al ritiro della bambina da scuola; cancellazione dal diario della minore dei riferimenti materni.
    Accertata la reiterata condotta ostruzionistica e non collaborativa posta in essere dal ricorrente.
    Irrogazione della sanzione ex art. 709 ter cpc dell'ammonizione al padre affinché si astenga dal tenere condotte svalutative della figura materna e dal cancellare dal diario e dal materiale scolastico della figlia i riferimenti materni.
    Irrogazione della sanzione ex art. 614 bis cpc del pagamento di euro 50,00 per ogni violazione o inosservanza, e precisamente: ogni volta ch'egli depenni il nome materno; ogni volta ch'egli assuma unilateralmente scelte riguardanti la figlia relative alla sua sfera medica, scolastica e religiosa in assenza di previo accordo con la madre e con i Servizi Sociali; ogni volta ch'egli rifiuti di affidare a incaricati delle madre la figlia; ogni volta ch'egli richieda l’ultroneo intervento delle Forze dell’Ordine alla presenza della figlia minore.