Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • sabato 26 gennaio 2019

    Non solo abuso del sistema informatico ma sostituzione di persona nella condotta di chi entra nella posta elettronica dell'ex e nei social e ne impedisce l'uso al titolare. Cass. Pen. del 22 gennaio 2019 n. 2942.

    Condannato anche per il reato di sostituzione di persona l'uomo che oltre ad essersi introdotto abusivamente nel profilo FB e nell'email della sua ex, l'imputato aveva modificato la password e, per crearle un danno, si era a lei sostituito scrivendo frasi ed epiteti ingiuriosi all'allora suo nuovo fidanzato.