Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • giovedì 31 gennaio 2019

    L'esistenza di una patologia psichiatrica non è sufficiente per dichiarare nullo il testamento. Cass. 22 gennaio 2019 n° 1682

    Il testamento di cui alla controversia era stato redatto da persona affetta da disturbo bipolare. La Cassazione enuncia il principio per cui la sola esistenza della patologia psichiatrica non può essere sufficiente a determinare la nullità della scheda testamentaria, trattandosi invece di mero indizio circa la possibilità che il testatore, al momento del testamento, potesse essere incapace naturale. L'incapacità naturale nel preciso momento della sottoscrizione del testamento deve essere provata rigorosamente da chi la afferma: non è sufficiente allegare documentazione che provi l'esistenza della patologia, ma tale documentazione deve comprovare che la stessa abbia concretamente inficiato la volontà all'atto della redazione